CONTRASTARE IL CORONAVIRUS CON LE DIFESE NATURALI

CONTRASTARE IL CORONAVIRUS CON LE DIFESE NATURALI

CONTRASTARE IL CORONAVIRUS CON LE DIFESE NATURALI

Ci dicono che possiamo solo isolarci, lavarci e aspettare un farmaco o un vaccino. Ma questa non è tutta la verità. Possiamo anche aumentare le difese immunitarie, con l’aiuto di alciune piante. Ecco come.

[ In allegato la versione estesa, tratta dal libro che sto scrivendo. Allego anche l’indice provvisorio, di modo che se qualcuno, anche editore, fosse interessato, è pregato di contattarmi scrivendo a healtholistic@gmail.com, grazie. ]

             Echinacea.

E’ la regina dei rimedi contro i mali di stagione. I diversi principi attivi sono contenuti nelle varie parti della pianta, pertanto bisogna usare preparati che contengano l’intera pianta (vedere l’etichetta del prodotto). I rimedi in commercio più efficaci prevedono l’uso combinato di Echinacea purpurea e di E. angustifolia. Velocizza i tempi di risposta dell’organismo e rende i globuli bianchi più numerosi ed efficienti contro batteri, virus e cellule cancerogene (azione immunostimolante fortissima, azione antibatterica e antivirale discreta). Contiene i seguenti principi attivi:polifenoli (antiossidanti), polisaccaridi e monosaccaridi (antiinfiammatori: studi comparativi han dimostrato che gli estratti di questa pianta hanno un’azione antiinfiammatoria di poco inferiore quella delle comuni molecole antiinfiammatorie dei medicinali di sintesi, senza averne però gli effetti collaterali), terpeni e alchilammidi (antisettici, antifungini), vitamine (antiossidanti, antiinfettive). Alcuni componenti particolarmente rilevanti:

l’echinacina B possiede proprietà cicatrizzanti e le preparazioni che lo contengono applicate su un’edema lo fanno regredire velocemente;

l’echinacoside ha un’attività  simile all’interferone, una sostanza che combatte le infezioni virali, ha un’azione antibiotica e protegge il collagene (la proteina di cu il corpo umano è più ricca) dall’eccesso di radicali liberi, che danneggiandolo producono un’invecchiamento precoce dell’organismo. L’acquisto di preparati a base di echinacea dovrebbe essere fatto in base alla titolazione riportata di questo principio attivo;

l’Arabinogalattano induce i macrofagi (cellule del sistema immunitario) ad eliminare i microorganismi che causano malattie ed aumentano il numero delle cellule del sistema immunitario deputate alla produzione di anticorpi;

l’Isobutilammide è tossico per la Candida albicans, un fungo di cui molti soffrono e che si accompagna spesso al cancro;

l’acido caffeico e clorogenico consentono di ottenere un aumento delle difese contro le infezioni batteriche che si contraggono attraverso la pelle.

               Astragalo

E’ una pianta adattogena (incrementa la resistenza allo stress psicofisico, favorendo l’adattamento alle variazioni esterne ed interne che sollecitano l’organismo), è  immunostimolante, antibatterico, antivirale, antiinfiammatorio, cardiotonico, ipotensivo, vasodilatatore, diuretico, abbassa la glicemia, ha un’attività antiossidante, stimola la memoria e la produzione di cartilagine, protegge il fegato ed i reni. E’ usato soprattutto per le infezioni virali e come terapia complementare nelle malattie neoplastiche. E’ utile in caso di stress, affaticamento, diabete mellito, ipertensione, ritenzione idrica, infertilità, diminuzione della memoria.

             Polline

Si tratta infatti di  un portentoso integratore naturale, considerato da molti l’alimento perfetto, perché contiene la gamma completa di sostanze nutrienti utili alla vita, il polline è impiegato da sempre come ricostituente dalle innumerevoli proprietà: contiene infatti tantissime sostanze e micronutrienti che stimolano le difese immunitarie e l’attività del sistema enzimatico antiossidante, con benefici su tutti i sistemi corporei. E’ ben di più di un rimedio per i mali di stagione

Il polline e, prima di tutto, una ricca fonte di selenio che contrasta l’azione invecchiante dei radicali liberi e, in sinergia con la vitamina E, tonifica muscoli e cuore. Contiene anche un’alta dose di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e un aminoacido, la lisina, che  protegge il cuore.
Grazie alla vitamina C il polline aiuta inoltre a combattere infiammazioni e stress, a eliminare le tossine e a rafforzare mucose e capillari.

Le proprietà riconosciute al polline

  • Stimola l’organismo e lo aiuta a prevenire le aggressioni microbiche, rafforzandone le difese.
  • Ridona forza ai convalescenti, alle persone affaticate, indebolite, intossicate. Grazie alla massiccia presenza delle vitamine del gruppo B oltre che del ferro, rimette in forza i soggetti debilitati, fa aumentare l’appetito e previene le anemie
  • Potenzia il rendimento intellettuale, le funzioni psico-motorie e mnemoniche, migliora l’umore, contrastando la senescenza, l’affaticamento intellettuale, la nevrastenia, il nervosismo, l’astenia, l’ansia e la depressione.
  • In virtù dei suoi flavonoidi (catechina e epicatechina) il polline riduce l’ipertensione e previene la fragilità capillare; grazie alla rutina combatte arteriosclerosi e trombosi e allevia varici ed emorroidi. Inoltre abbassa i livelli di colesterolo cattivo e di trigliceridi. In particolare la quercetina svolge un’azione immunomodulante ed è quindi molto utile nella cura dell’asma, di malattie polmonari croniche ostruttive, bronchiti, sinusite, raffreddore, febbre e allergia.

               Propolis

    E’ uno dei prodotti delle api ed è praticamente un antibiotico naturale, utile opportunità per evitare il fenomeno di resistenza dei batteri. I Romani la usavano come disinfettante ed il famoso medico dell’antichità Galeno le dedica spazio nei suoi trattati.  Contiene interessanti polifenoli e flavonoidi. Ha proprietà antimicrobiche, batteriostatiche, battericide e antifungine (la propolis svolge azione fungicida anche nei riguardi di alcuni funghi che attaccano le piante e gli animali ed a questo scopo viene usata in agricoltura), antivirali (verso una dozzina di infezioni), cicatrizzanti (da sempre usata su ferite e piaghe), immunostimolanti (basta una somministrazione a basso dosaggio per un tempo abbastanza lungo.

                Aglio

    E’ una pianta con una marea di proprietà: antalgico, antianemico, antiartritico, anticanceroso, antidiarroico, antidissenterico, antigottoso, antiinfettivo, antiinfluenzale, antilitiasico, antireumatico, antisettico in generale, antisettico intestinale, antisettico polmonare, antispasmodico, aperitivo, battericida batteriostatico, calmante, carminativo, cicatrizzante, coricida, diuretico, febbrifugo, ipotensore, parassiticida, riequilibrante ghiandolare, risolutivo, stimolante cardiaco, stimolante della circolazione, stimolante digestivo, stimolante generale, stimolante del sistema respiratorio, stomachico, vasodilatatore, vermifugo, vulnerario, antitrombotico. Ha attività ipolipidemizzante, e ipocolesterolemizzante e per questo previene l’arteriosclerosi.

    articolo esteso

    Indice del libro in pubblicazione da cui è tratto l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *